LE STAZIONI METRO ABBANDONATE A NEW YORK 

 

La rete metropolitana di New York è la più antica e frequentata al mondo. Ogni giorno oltre 5 milioni di persone, vale a dire più della popolazione dell'intera Irlanda, si spostano attraverso le sue estese diramazioni. Ma una stazione della metropolitana può anche ispirare paura, magari di notte quando c’è poca gente in giro, o quando ci si trova in una stazione completamente abbandonata. Eh già, perché in un sistema ferroviario che si estende per quasi 400 km è abbastanza normale che nel corso degli anni, alcune fermate siano state dismesse per questioni logistiche. Alcune di queste hanno però mantenuto tutto il loro fascino.

City Hall. La stazione di City Hall fu realizzata come parte del prolungamento verso sud della linea BMT Broadway. Fu completata nel 1904 con un progetto che doveva rappresentare il fiore all'occhiello di una nuova concezione nel sistema dei trasporti. Con i suoi muri di mattoni romani, i lampadari in ottone e gli archi a volta decorati con le stesse piastrelle che adornano Grand Central Terminal e Carnegie Hall, la stazione di City Hall trasuda una grandezza appartenente al passato. La stazione fu dismessa nel 1945 quando divenne chiaro che la sua struttura curva non sarebbe stata più in grado di accogliere i nuovi treni, più lunghi per fronteggiare la crescente richiesta. E' possibile ammirare la stazione di City Hall con un piccolo trucchetto: rimanete sul treno della linea 6 oltre il capolinea di Brooklyn Bridge-City Hall e potrete vedere l’antica stazione mentre il treno inverte la direzione per tornare verso l’Uptown.

Worth Station. Anche questa stazione può essere vista dal treno della linea 6. Se il convoglio si muove abbastanza lentamente tra Canal Street e il Ponte di Brooklyn, sarete in grado di individuare la targa di mattonelle affissa sulle colonne di sostegno e delle lettere “W” in terracotta che adornano le pareti. La stazione di Worth St è stata dismessa nel 1962 dopo che le banchine della adiacente stazione di Brooklyn Bridge-City Hall furono estese per accogliere treni più lunghi rendendo troppo vicine le due stazioni.

18th Station. Questa stazione fu abbandonata nel 1948 a favore della vicina fermata 14th St-Union. A causa del suo design abbastanza retro, la stazione è ancora utilizzata, ma come set fotografico per alcuni servizi di moda. Era dotata di un soffitto di vetro dal quale filtrava la luce naturale e una serie di motivi ornamentali realizzati da Heins & LaFarge, lo stesso studio di architettura responsabile del lusso di City Hall. Se volete vedere un loro lavoro in una stazione ancora funzionante, potete andare a Broadway o alla fermata della 72nd St. La stazione non è più accessibile dalla strada, ma le sue pareti coperte dai graffiti possono essere viste attraverso le finestre di qualsiasi treno locale di Lexington Avenue.

91st Station. Abbandonata nel 1959 la stazione è ancora visibile dal treno della linea 1, tra le fermate 86th e 96th. Attualmente è completamente vuota ma fino a qualche tempo fa era un rifugio per i senzatetto newyorchesi, almeno secondo il New York Times che nel 1999 pubblicò un articolo in cui si denunciava il grande degrado della stazione, riportando la presenza di numerosi graffiti e centinaia di cartoni e detriti abbandonati sul suolo, un chiaro segnale della presenza degli homeless.

Court Station. A differenza delle altre stazioni fantasma, Court St è ancora pienamente operativa grazie alla sua trasformazione nel Transit Museum di New York. Ad oggi, i treni d’epoca vengono spostati all'interno del museo utilizzando i tunnel dalla vicina stazione Hoyt-Schermerhorn Sts. La fermata di Court St fu inaugurata nel 1936 come importante nodo di scambio. Tuttavia fu chiusa pochi anni dopo, a favore di altre fermate che soddisfacevano meglio l’utenza. È stata usata come set di alcuni film famosi, tra i culi spicca il thriller “Il colpo della metropolitana” del 1974.

Myrtle Ave. Myrtle Ave è stata una stazione sulla linea tra Brooklyn e Manhattan, situata tra il ponte di Manhattan e DeKalb Avenue. Fu dismessa nel 1956 per permettere la realizzazione di alcuni lavori che hanno aumentato la capacità della linea. La piattaforma a sud è stata completamente rimossa mentre la piattaforma nord è stata abbandonata fino al 1980, quando è divenuta la sede del Masstransiscope, un’opera dell’artista Bill Brand. L’installazione consiste in 228 pannelli dipinti a mano che coprono l’intera lunghezza della stazione, visibili dal treno in corsa attraverso delle fessure verticali. Per ammirare l’opera dovete prendere i diretti B o Q da DeKalb Avenue e una volta sul treno voltatevi sui finestrini a destra. Avrete l’illusione di un film d’animazione dalla durata di 20 secondi. L’opera è divisa in due sezioni, per cui quando finisce la prima parte ricordatevi di non distogliere lo sguardo.

Dean St. La stazione di Dean Street detiene due tristi primati. Innanzitutto è stata dismessa due volte, la prima solamente due anni dopo la sua inaugurazione, avvenuta nel 1897. La seconda volta nel 1901 a causa delle proteste dei proprietari degli immobili limitrofi. Inoltre è stata la stazione che incassava di meno con una media di soli 82 biglietti al giorno.

 9 Meraviglie  Agenzia di Viaggi  -  Via Candido Manca 11/A  -  09041 Dolianova
Tel. 070.8577241  Cell. 380.7835672  info@9meraviglieviaggi.com